Hai già fatto il test gratuito? Hai scoperto anche tu che i venditori ti hanno sempre illuso e che stai spendendo molto più del dovuto? Allora leggi questa pagina fino in fondo per scoprire come sfuggire per sempre ai truffatori e risparmiare di brutto

IO, EX TRUFFATORE, TI RIVELO IL METODO (100% LEGALE E GARANTITO) CHE ABBASSA LE TUE BOLLETTE DI LUCE E GAS FINO AL -47%. E CHE MI HA FATTO DIVENTARE PRIMARIO.

Io mi chiamo Marco Catellacci e sono un truffatore.

Sono uno dei tanti responsabili del fatto che in Italia paghiamo bollette che sono tra le più care d’Europa.

Ho deciso di scrivere questa confessione perché è giunta l’ora che si sappia la verità su come funziona questo sistema fondato sulla truffa.

A far salire alle stelle le tue bollette non sono solo le tasse (altissime) che purtroppo tocca pagare, ci sono anche una serie di “servizi aggiuntivi” che magari non sai neanche di avere.

Secondo il monitoraggio del mercato fatto dall’Autorità dell’Energia ben 88 bollette su 100 prevedono qualche “servizio aggiuntivo” e relativo costo*. Tutti soldi che le compagnie si mettono in tasca senza che tu neanche te ne accorgi.

Se non è una fregatura questa…

Se hai cambiato fornitore almeno una volta nella vita allora è quasi sicuro che ti stanno fregando. 

Tra poco ti spiegherò come puoi salvarti, prima però permettimi di svelarti com’è che ti hanno fregato.

Il primo modo di acquistare luce e gas: la “Maggior Tutela”

Forse ne hai già sentito parlare, ma in Italia in seguito al Decreto Bersani del 1999 esiste sia il mercato di “Maggior Tutela” che il “Mercato Libero”, una complicazione che solo noi Italiani ci potevamo inventare.

In pratica la Maggior Tutela significa che alcune compagnie vendono energia ai propri clienti a un prezzo che viene deciso ogni 3 mesi dall’ARERA, un ente pubblico che fa capo al Ministero dell’Economia.

Servizio Elettrico Nazionale è la principale, ma in alcune zone sono altre compagnie a offrire questo servizio.

Il prezzo che paga chi ha questo fornitore non è mai né il più basso né il più alto. Si chiama Maggior Tutela proprio perché difende i consumatori dalle speculazioni.

E nonostante funzioni bene (o forse proprio per questo!) era prevista la sua chiusura definitiva nel 2018, poi rinviata a gennaio 2022 ma comunque inevitabile*.

Se ti trovi in questa situazione e non sceglierai un nuovo fornitore le tue utenze verranno spostate a forza nel Mercato Libero.

Qualcuno deciderà al posto tuo da chi dovrai comprare e a che prezzo.

Se già ora spendi abbastanza, prova solo ad immaginare quanto spenderai dopo.

Il secondo modo di acquistare luce e gas: il “Mercato Libero”

L’altro tipo di bollette riguarda invece il Mercato Libero, quello in cui ogni compagnia può fare il prezzo che vuole.

Fanno parte di questo mercato tutte le compagnie principali: Enel Energia, Eni, Edison, Sorgenia ecc. L’ultima volta che le ho contate erano 530 aziende.

In teoria queste aziende dovrebbero farsi concorrenza tra loro e quindi tenere i prezzi più bassi possibile, ma dato che le bollette sono incomprensibili non fanno altro che prometterti grandi risparmi per poi farti spendere più che possono.

Un articolo uscito a dicembre 2019 sulla rivista di tutela dei consumatori Il Salvagente mostra come su 414 offerte disponibili per una famiglia tipo solo pochissime offrono davvero un risparmio, le altre arrivano a far spendere fino a TRE VOLTE TANTO*. E lo stesso discorso vale anche per le aziende.

A livello legale non si tratta di vere e proprie truffe, ma se ti trovi a dover pagare questi salassi ti cambia poco se da qualche parte sul contratto che ti hanno fatto firmare c’era scritto (piccolo piccolo) che avresti speso di più…

Per evitare di farti fregare puoi sempre prendere di petto la situazione e passare le nottate al pc a spulciare i vari siti fino a diventare un esperto di bollette. Ma così facendo rischi di aver sottratto una marea di tempo alla tua famiglia o ai tuoi hobby e di essere sempre un passo indietro rispetto a chi di mestiere racconta di tutto pur di convincere la gente a cambiare fornitore.

Come non puoi pensare di vincere alle olimpiadi se inizi a fare sport a 40 anni, così non puoi pensare di battere in astuzia chi da 20 anni ogni giorno si inventa nuovi trucchi per mettersi in tasca i tuoi soldi.

In alternativa puoi sempre arrenderti senza combattere. Ti tieni il fornitore che hai e dedichi la tua attenzione ad altro.

Ma ogni volta che ti trovi una bolletta in mano ti ritornerà in mente che quello che hai guadagnato onestamente in una giornata di lavoro è finito dritto in tasca a qualcuno che ti ha fatto firmare un contratto-fregatura e poi è sparito.

Se si riuscisse a generare energia dal giramento di palle tu ne avresti così tanta che potresti alimentare una città intera. 😊

Oppure per farla breve puoi sempre affidarti a uno dei tanti siti dove comparano le offerte, spesso pieni di “offerte civetta” fatte per farti abboccare e poi tirarti fregature in seguito.

In fondo se ci pensi anche i gestori dei siti di comparazione e le compagnie che ci mettono sopra le loro offerte hanno come unico scopo quello di guadagnare, mica quello di farti risparmiare davvero.

Son tutti bravi a prometterti mari e monti, tanto poi quando arrivano le bollette o paghi o ti lasciano al freddo e al buio.

A te serve qualcosa che ti permetta di capire se stai spendendo il giusto, che sia sicuro e che non ti faccia perdere tempo.

Per tua fortuna questo qualcosa esiste davvero, più avanti lo scoprirai.

Il problema che ti impedisce di capire se ti stanno fregando o no

Facciamo un test:

Se io ti chiedo quanto paghi per il Dispacciamento o a quanto ammonta la quota ASOS della tua bolletta mi sai rispondere?

Quasi sicuramente no.

Sono proprio queste voci insieme a tutte le altre che compongono le bollette a renderle incomprensibili e a fare il gioco dei truffatori dandogli la copertura di cui hanno bisogno.

Ti faccio un esempio, così ci capiamo meglio:

Sei in auto e sei in riserva, da un lato della strada hai un distributore che ti fa un prezzo di 1€ al litro e un altro che ti fa 2€.

Capisci subito quale costa meno e scegli quello che preferisci.

Molto probabilmente quello più economico, visto che il carburante è lo stesso da entrambe le parti.

Ma cosa faresti se il primo distributore ti fa pagare 30€ fissi più 50 centesimi al litro, mentre il secondo ti fa 1€ al litro per i primi 20 litri e poi 1,50€ per i successivi?

Non è più così facile eh?

Ecco, allo stesso modo si comportano le compagnie energetiche.

Sulle bollette ci sono voci che variano in base al consumo, altre che variano in base alla potenza del contatore e altre che sono fisse. Alcune sono decise dallo Stato, altre da chi trasporta l’energia e altre ancora da chi te la vende.

Un sistema più complicato di così è difficile anche solo da immaginare.

Dato che non puoi confrontare facilmente un prezzo con un altro non hai mai modo di capire davvero quello che stai facendo.

Il massimo che puoi fare è fidarti della persona che ti sta parlando o dell’azienda per quale dice di lavorare.

Puoi solo sperare che la fregatura che stai prendendo non sia peggiore di quella che hai già preso.

È così che sei stato fregato. Fino ad oggi.

Tra poco infatti avrai tra le mani lo strumento che ti permetterà di non farti fregare mai più da nessuno e ti darà l’assoluta certezza di risparmiare.

Tutto è nato nel momento in cui io stesso sono diventato un truffatore.

Come sono diventato un truffatore

Era il 2010, mi ero laureato da poco e avevo appena iniziato a lavorare.

Nella mia testa il mondo del lavoro era pieno di gente onesta.

Presto mi sarei accorto che ero solo un povero illuso.

Lavoravo per un’azienda che vende energia rinnovabile, piccola ma piuttosto conosciuta a livello locale.

Per me che sono sempre stato un ambientalista convinto e anche piuttosto battagliero mi sembrava di aver trovato il posto giusto, quello in cui avrei fatto una mirabolante carriera.

Mi fecero un “corso” di 4 ore e mi mandarono in giro a vendere, io che fino allora non avevo mai venduto nulla. Figuriamoci a degli sconosciuti.

Dopo 3 giorni di porte sbattute in faccia decisi di cambiare strategia e iniziare dalle persone che già mi conoscevano.

Il mio primo cliente fu il titolare del bar dove sono cresciuto.

Per me e i miei amici quel posto era tutto il nostro mondo. Daniele era un po’ il fratello maggiore che non ho avuto, tra i 15 ai 25 anni ho passato più tempo nel suo bar che a scuola. Non potevo che iniziare da lì.

Ci misi un bel po’ a convincerlo ma alla fine uscii dal bar con la firma di Daniele sui contratti luce e gas sia del bar che di casa sua.

Pensavo fosse un buon inizio, invece era l’inizio della fine.

Per 6 mesi andai avanti così, passando da un conoscente all’altro. A volte vendevo e a volte no, ma ero sempre soddisfatto del mio lavoro e di come mi permetteva di fare del bene alle persone.

Poi all’improvviso la doccia fredda.

Una cascata di ghiaccio e merda che mi è piovuta addosso.

Mi chiama Daniele incazzato come una iena. Non era mai stato così neanche quando un ubriaco gli aveva sfondato la vetrina. Mi fiondo da lui e vedo che gli sono arrivate le prime bollette.

UNA MAZZATA.

Controllo riga per riga e scopro che ci sono scritte un sacco di cose che non capisco.

Lui si sente tradito, io mi sento un idiota.

Mi precipito in azienda con le sue bollette in mano. Pretendo una spiegazione.

Per le scale mi imbatto casualmente nel direttore commerciale, quello che mi aveva fatto il corso pochi mesi prima. Mi vede incazzato e mi chiede cosa è successo.

Gli spiego tutto e lui non fa una piega. Mi fa una supercazzola degna del Conte Mascetti di Amici Miei di cui non capisco praticamente nulla.

Ricordo solo il senso del suo discorso:

“Fregatene di quello che pagano i clienti. L’importante è che l’azienda guadagni il più possibile perché così può pagar bene anche te. Adesso torna da lui e vedi di calmarlo. Da ora in poi ogni mese oltre ai soldi che ti abbiamo già dato ne avrai anche altri in base a quanto lui spende”.

Nessuna spiegazione sui costi aggiuntivi. Niente sul prezzo che doveva essere “fisso per tutta la vita” e invece dopo 6 mesi era già il doppio di quanto pattuito. Nulla.

Non ci penso due volte. Mi licenzio e mando tutti a fanculo.

Pensavo di fare un lavoro onesto e invece mi sono trovato a mentire alle persone che si fidavano di me. A partire da Daniele.

Per mesi mi ero presentato come l’uomo della provvidenza, quello che fa bene all’ambiente e fa risparmiare un sacco di soldi.

Avevo fatto un sacco di promesse, assicurato a tutti che con me erano in una botte di ferro e non avrebbero mai avuto brutte sorprese.

Tutti quelli a cui volevo bene si erano fidati di me. E io senza nemmeno rendermene conto li avevo traditi e pugnalati alle spalle.

Mi sentivo sporco. Mi vergognavo talmente tanto che per una settimana non ho avuto il coraggio di uscire di casa, nemmeno per vedere gli amici. Ero un delinquente e non meritavo l’amicizia di nessuno.

Dopo una settimana passata a piangermi addosso e a darmi del coglione 1000 volte al giorno decisi che dovevo smettere di lamentarmi e cominciare a reagire.

Il giorno in cui tutto è cambiato

Quel giorno mi sono promesso che non avrei mai più truffato nessuno. E che da truffatore sarei diventato il peggior nemico dei truffatori. Il Paladino dei truffati.

Solo quando vedrò fallire l’azienda che mi ha reso un truffatore avrò pace.

Ancora non ci sono riuscito ma negli ultimi mesi sono uscite alcune notizie mi hanno fatto pensare che mi sto avvicinando a grandi passi.

Come diceva Bud Spencer nel film del 1983 “Chi trova un amico trova un tesoro”:

“Non c’è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo”

Negli 8 anni successivi ho studiato le varie leggi che regolano il mercato dell’energia in Italia, talmente intricate e piene di rimandi tra l’una e l’altra che a volte ho chiesto aiuto a un amico avvocato e anche lui si è trovato in difficoltà.

Mi sono fatto assumere da 14 aziende diverse per capire dall’interno le loro offerte e i trucchi che usano per vendere anche quando i prezzi che offrono sono più alti di quelli che il cliente ha già.

Poi è arrivata l’illuminazione.

L’intero settore energetico italiano ormai è gravemente malato, c’è bisogno di un’operazione chirurgica d’urgenza.

Visto che non lo fa nessuno, sarò io il primo a farlo.

Ho indossato il camice e aperto il Pronto Soccorso Bollette, il primo ospedale dove si curano le vittime delle fregature sull’energia elettrica e il gas.

Come puoi accedere al Pronto Soccorso Bollette

Nessuno ti dice che per le 530 aziende che vendono luce e gas uno dei costi più importanti nel loro bilancio è la spesa per mantenere tutto l’esercito di venditori d’assalto che mandano in giro a fregare la gente.

Non ci sono solo quelli che vanno in giro a suonare i campanelli o quelli rinchiusi dentro ai call center, ci sono tanti di quei dirigenti e mezzi dirigenti che in pratica per ogni persona che lavora ce ne sono 2 con il compito di controllarla.

Peggio delle barzellette sui carabinieri.

Il mio Pronto Soccorso Bollette invece funziona al contrario.

Ho selezionato oltre 46 aziende prima di trovare quelle che mi davano un’affidabilità totale e dei prezzi davvero competitivi.

E ho stipulato con loro degli accordi diretti che mi permettono di relazionarmi direttamente con chi decide, saltando tutti i passaggi intermedi.
In questo modo riesco a farti avere il prezzo più basso possibile, quello che ti fa risparmiare di più.

E ti libera per sempre da tutti i venditori che ogni giorno provano a fregarti.

Il segreto di Pronto Soccorso Bollette: la Garanzia

Tutti i venditori ti promettono sempre che ti faranno risparmiare un sacco di soldi.

Ti è mai capitato che qualcuno di loro ti firmasse un foglio dove è messo nero su bianco che se non risparmi ti paga lui le bollette?

Ovviamente no. Se qualcuno di loro lo facesse si troverebbe a dover pagare mille volte più di quanto guadagna.

Per cui ogni venditore ti fa sempre un sacco di promesse ma poi non ti da alcuna garanzia.

E infatti ogni volta che cambi fornitore continui a spendere quanto prima se non di più.

Fino ad oggi quando dicevi che “tanto sono tutti uguali” avevi ragione. Il loro unico scopo è di mettersi in tasca i tuoi soldi, di quanto ti fanno spendere non gliene frega nulla.

Io invece ti dimostro che sto dalla tua parte e sono l’unico in grado di difenderti dai venditori per farti risparmiare davvero.

Infatti sono l’unico al momento in Italia a poterti dire: